La scorsa settimana si è insediato anche il tavolo “Prevenzione e sicurezza” promosso dall’ Ordine Assistenti Sociali Puglia , l’obiettivo quello di prevenire condizioni di vulnerabilità delle colleghe e colleghi nell’esercizio del proprio ruolo, con particolare riferimento ad aggressioni fisiche e psicologiche o altri eventi critici correlati. 
 
Il tavolo vede la partecipazione di tutte le  5 commissioni consiliari e si riunirà nuovamente a settembre per programmare azioni di carattere formativo e informativo, attraverso l’opportuno utilizzo dei canali istituzionali e degli strumenti di prevenzione o segnalazione/denuncia.
 
La questione interseca inevitabilmente anche il tema dell’Organizzazione del lavoro, della gestione dei carichi e dello stress correlato e il tema della supervisione professionale e del supporto ai professionisti vittime di forme di violenza sul lavoro. 
 
Contestualmente il neo insediato tavolo con gli ambiti sociali territoriali e distretti socio sanitari permetterà un dialogo, sulla questione, non solo con i colleghi ma anche con le istituzioni pubbliche e private e i datori di lavoro. 
 
Ci sarà tanto da fare per migliorare i protocolli operativi, l’organizzazione fisica dei luoghi di lavoro, per garantire l’opportuno supporto legale e morale. 
 
Siamo certi però di poter ripartire dal prezioso lavoro di ricerca e redazione documentale del CNOAS e dalle competenze già acquisite da molte e molti colleghi che si sono dedicati alla questione in questi anni.