Si è tenuto martedì 19 Luglio u.s. il primo incontro del “Tavolo Permanente di confronto con gli ambiti sociali territoriali pugliesi”. 
Al tavolo sono stati invitati i referenti degli Ambiti sociali territoriali, oltre ai rispettivi Direttori dei Distretti socio-Sanitari, per discutere sui principali temi dell’integrazione socio-sanitaria nelle diverse aree di intervento. 
Erano presenti i seguenti Ambiti: Martina Franca, Barletta, Corato, Altamura, Lecce, Cisternino, Putignano, Triggiano, Grumo Appula, Modugno, Molfetta, Conversano, Bitonto, Vico Gargano, Lucera, Fasano.
Il Tavolo nasce da un’iniziativa promossa dalla Presidente Filomena Matera e dal Consiglio dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Puglia , tenuto conto della recente pubblicazione del Piano Sociale Regionale, al fine di monitorare le condizioni di lavoro dei colleghi e delle colleghe che operano sui territori, condividere e omogeneizzare strumenti e prassi operative, promuovere la sostanziale integrazione socio-sanitaria degli interventi e creare occasioni di confronto operativo in ragione di due imminenti sfide: l’attuazione del PNRR e la redazione dei nuovi piani sociali di zona, con l’avvio della fase di concertazione.
IL CROAS Puglia si è infatti impegnato a fornire eventuali proposte relative all’attuazione del PNRR, a fronte della scadenza del 10 Agosto per la presentazione delle relative schede progettuali.
Il primo incontro, coordinato dallo stesso CROAS Puglia, ha abbracciato diversi  argomenti e toccato punti di rilevante interesse, tra cui quello dell’importanza della supervisione professionale che, come definito dai LEAPS  del Piano Nazionale degli  interventi e dei Servizi Sociali 2021-2023, è fortemente connessa alla qualità tecnica degli interventi. Ad una prima fase conoscitiva e di raccolta seguiranno degli incontri mirati alla trattazione di focus specifici: minori e famiglie; anziani/disabilità e non autosufficienza; inclusione sociale, interventi di contrasto alle povertà e politiche per l’immigrazione; contrasto alla violenza di genere e promozione della cultura di genere.
Sicuramente un forte segnale della volontà di ascolto, da parte del CROAS Puglia di tutta la comunità professionale, al fine di farsi portavoce delle criticità rilevate, ma anche delle buone prassi in atto, in un’ottica migliorativa della qualità del lavoro, della validità, dell’efficienza e dell’efficacia di tutti gli interventi professionali realizzati ed in fase di realizzazione.
Segue al comunicato un breve intervento del Referente della II Commissione, Giuseppe Del Grosso, il quale esprime un commento “a caldo” relativo a quanto emerso da  questo primissimo incontro.