Il World Social Work Day è, per coloro che operano nel sociale, l’evento più importante dell’anno. Per noi Assistenti sociali è il luogo e lo spazio nel quale ritrovarci per scambiare esperienze e per valorizzare la nostra professione.
In questa occasione si mettono in luce le criticità e le possibili soluzioni per affrontare i grandi problemi sociali che impegnano in tutto il mondo la politica, l’economia e tutti noi Assistenti sociali insieme alle professionalità anch’esse impegnate nella protezione e nella cura delle persone.
Soprattutto nelle ultime edizioni sono venuti alla ribalta i grandi temi della modernità con tutte le contraddizioni che sempre gli si accompagnano.
WSWD 2017 e 2018: “Promozione della comunità e della sostenibilità ambientale“. Per la prima volta in maniera così esplicita, sono state evidenziate le profonde connessioni tra le tematiche ambientali e della sostenibilità e quelle più propriamente sociali.
WSWD 2019 e 2020: “Promuovere l’importanza delle relazioni umane“. Nelle edizioni di quel biennio l’attenzione è stata centrata sulle relazioni sociali tra le persone, i loro ambienti e il loro futuro, evidenziando la necessità di un cambiamento nelle politiche e nell’erogazione dei servizi sociali.
WSWD 2021: “Ubuntu : Io sono perché noi siamo – Rafforzare la solidarietà sociale e la connessione globale“.  Lo scorso anno si è poso in evidenza quanto tutte le persone ed i loro ambienti siano interconnessi. Di qui la necessità di una solidarietà globale che tenga conto anche delle conoscenze e della saggezza dei popoli indigeni.

Quest’anno, il WSWD 2022 è intitolato “Co-costruire un nuovo mondo eco-sociale: non lasciare indietro nessuno”. Presenta la visione e un piano d’azione per creare nuovi valori, politiche e pratiche globali che possano sviluppare sicurezza e fiducia per tutte le persone e la sostenibilità del pianeta.

Anche quest’anno il nostro Ordine nazionale e tutti gli Ordini regionali sono impegnati a proporre attività ed eventi secondo le molteplici declinazioni alle quali il tema del WSWD si offre. Il Croas Puglia non fa eccezione, anzi è in prima fila, con un evento fissato per il 15 marzo che concentrerà la sua attenzione sulle buone prassi in ambito sociale. Quanto queste possano costituire esempi volti allo sviluppo della sicurezza e della fiducia tra le persone e quanto queste possano realmente costruire il futuro di benessere al quale tutti noi aspiriamo.
L’evento sarà articolato in una sezione plenaria al mattino ed una laboratoriale pomeridiana con suddivisione in gruppi, nella quale alcuni esperti e nostri colleghi porteranno le loro esperienze dirette a contatto con territori e utenze specifiche. Attraverso di essi potremo cogliere spunti ed ipotesi applicative da elaborare ed adattare ai diversi contesti nei quali operiamo quotidianamente.
L’evento è valido ai fini della formazione continua degli Assistenti sociali; sono riconosciuti 6 crediti deontologici. Per maggiori dettagli sugli interventi vi invitiamo a visionare il programma.

 

NOTA BENE: Il riconoscimento dei crediti è vincolato alla partecipazione ad entrambe le sessioni, plenaria al mattino e laboratoriale al pomeriggio.

Vai all’evento e prenota

Mai come in questi giorni, ove impetuosi, ci investono i venti di guerra, sgomenti e con timore guardiamo al nostro futuro che si fa ancor più ignoto; ebbene, oggi più che mai, siamo chiamati a diffondere i valori della nostra professione e ad impegnarci personalmente e collettivamente nella applicazione di tutto il nostro sapere volto al benessere e alla sicurezza delle persone.

 

Milena Matera –  Presidente CROAS Puglia